Le isole della Laguna di Venezia

Ritorna alla lista degli articoli

Burano, la perla della laguna veneta, è conosciuta in tutto il mondo per i vivaci colori delle sue abitazioni e per le secolari storie marinare che avvolgono quest'isola nella leggenda. La tradizione vuole che queste case abbiano un aspetto così singolare perchè durante la stagione invernale Burano è molto spesso avvolta dalla nebbia e per questa ragione quando i pescatori tornano alle proprie case le possono riconoscere più velocemente in base ai colori.
L'isola di Torcello, la Venezia delle origini
La prima isola abitata della laguna, prediletta da teste coronate, stelle dello spettacolo, capi di stato e scrittori.
Murano, che non è un'isola, ma un insieme di isole collegate da ponti. L'isola del vetro è nota in tutto il mondo per la sua produzione vetraria, che ha avuto alterne vicende nel corso dei secoli ed ha toccato punte di eccellenza soprattutto dagli anni '60 in poi, con il successo del design italiano e con nomi come Carlo Scarpa, Fulvio Bianconi, Vetreria Venini, etc.
I forni per fondere la sabbia di silicio in vetro sono stati spostati da Venezia a Murano, a partire dalla fine del 1200 nel tentativo di ridurre il rischio di incendi. E sull'isola è cresciuta l'abilità dei maestri vetrai che hanno ideato composizioni, forme e tecniche che ne hanno fatto la fortuna. Pure qui troviamo il Canal Grande che divide l'isola in due parti. Molto interessante la visita al museo dell'arte vetraria e la basilica di Santa Maria e Donato, del VII sec., con una bellissima abside con colonnine bianche e un pavimento all'interno di un bel mosaico del 1140.