Padova è una piccola città, molto vivibile, ma non per questo meno ricca di monumenti, chiese, musei, palazzi e piazze da visitare. La Basilica di Sant'Antonio da Padova è uno dei luoghi di culto più importanti e, infatti, è visitata annualmente da 6,5 milioni di pellegrini. Prato della Valle è la piazza più grande della città e una delle più grandi piazze d'Europa. Nata nell'epoca romana, questa piazza nel corso della storia ha subito diverse trasformazioni e ha avuto anche diversi nomi. Oggi ha una caratteristica forma ellittica ed è formata da un'isola centrale, chiamata Isola Memmia, circondata da un canale ornato da ben 78 statue (sembra incredibile) e 8 piedistalli sormontati da obelischi. Grosso modo, le statue rappresentano i figli più illustri di Padova, studenti e professori che hanno onorato la città, dogi veneziani, personaggi politici e Papi.

La città è stata una delle capitali culturali del Trecento: le testimonianze pittoriche del XIV secolo - tra tutte, il ciclo di Giotto alla Cappella degli Scrovegni - la rendono nodo cruciale negli sviluppi dell'arte occidentale. Vide anche la creazione della seconda Università al mondo.
Da vedere e "vivere" è pure l'orto botanico (Patrimonio dell'umanità dell'Unesco), che fu fondato nel 1545 ed è il più antico orto botanico al mondo ancora situato nella sua collocazione originaria.